Le ultime notizie

1 anno ODDO BHF Artificial Intelligence

COMMUNICATO STAMPA

PARIGI, LUSSEMBURGO, 12.02.2020 

A 1 anno dal lancio il comparto ODDO BHF Artificial Intelligence dimostra l’efficacia delle tecnologie "Big Data" nell’asset management.

Lanciato nel dicembre 2018, ODDO BHF Artificial Intelligence ha dimostrato il valore dell’intelligenza artificiale nei processi d’investimento dei fondi comuni. E con una performance netta dal lancio per la classe d’azioni Institutional CIw- USD del 27,0%* rispetto al 23,3% realizzato dal suo benchmark (MSCI World NR USD), lo ha fatto in un anno di mercati decisamente volatili. Al 31 gennaio 2020 le masse in gestione sono pari a 73 milioni di euro, provenienti da investitori istituzionali e privati.

ODDO BHF AM è stata una delle prime società di gestione in Europa a sfruttare algoritmi d’Intelligenza Artificiale (IA) per affrontare l’investimento tematico. Il comparto non solo investe in Intelligenza Artificiale ma si avvale anche di algoritmi “IA” allo scopo di individuare titoli rilevanti in cui investire. Selezionando società di qualsiasi dimensione, a livello globale, che sviluppano o utilizzano IA, gli investitori ottengono così un’esposizione completa alla tematica dell’Intelligenza Artificiale.

Questi algoritmi sono stati sviluppati per definire precisamente la tematica e le società più rilevanti ad essa collegate, lasciando da parte un universo d’investimento che non è in grado di coglierla, quando ancora l’80% dei dati disponibili non è strutturato.

ODDO BHF Artificial Intelligence è gestito da un team di tre persone guidato da Brice Prunas ed è composto da 60 titoli individuati da algoritmi IA, filtrati poi con un modello quantitativo multifattore proprietario e analizzati infine dal team di gestione del portafoglio.

Brice Prunas, gestore di fondi azionari tematici globali, ODDO BHF Asset Management SAS, spiega: “Oggi, l’Intelligenza Artificiale influenza tutti i settori dell’economia. Da una parte vi sono importantissimi protagonisti del settore tecnologico e dall’altra una miriade di attori più piccoli, specializzati in nicchie a rapida crescita. E poi ci sono molte società con un coinvolgimento diretto nella catena di valore dell’IA o che la utilizzano per stravolgere la propria catena di valore. Sono così tanti gli attori, le notizie, le novità e le informazioni da digerire, che abbiamo bisogno dell’Intelligenza Artificiale per fare una cernita del mercato, identificando i dati importanti e trovando, in ultima istanza, i titoli rilevanti".

Nicolas Chaput, CEO globale – ODDO BHF Asset Management, spiega: “L’Intelligenza Artificiale è un nuovo percorso che tutti dobbiamo intraprendere. Un anno fa, dopo 18 mesi di ricerca collaborativa, abbiamo lanciato uno dei primi fondi tematici che utilizza algoritmi d’intelligenza artificiale per selezionare azioni ovunque. Dopo il successo con l’Intelligenza Artificiale intendiamo trasferire questo modello ad altri mega temi”.

* Dati al 31 gennaio 2019 | Le performance passate non sono un’indicazione affidabile di rendimenti futuri e non sonocostanti nel tempo. Il comparto è esposto al rischio di perdita del capitale.

download.jpgLeggi di più

Le ultime notizie